Angelo Marani

Vittorio Francesco Orso Ferrari
22 febbraio 2017

Giulia Marani omaggia la tradizione di famiglia con un nuovo sguardo tutto rivolto al futuro, completando la collezione autunno-inverno 2017/2018 già iniziata dal padre Angelo, scomparso pochi mesi fa.
Il tema patchwork è il vero fil rouge: una creativa sintesi di tecnicismi e scelte stilistiche, in grado di creare lavorazioni uniche di filati e tessuti.
La seta e il velluto, tessuti d’élite della collezione, si fanno testimoni di queste innovative tecniche di lavorazione, attraverso trasparenze termosaldate, fruscii e movimenti sinuosi.
La femminilità viene resa elegante e fluida, in un susseguirsi di fasciamenti, drappeggi, effetti trasparenza e stretch.
Forte ispirazione anche dal vintage personale Made in Marani, con maglie dal taglio maschile, tailleur da uomo, chiodi e giacche in vernice.
Non manca un tono ironico e brioso a questa collezione resa frizzante da cappucci, pellicce, zip e grandi colli in pelo.
Maglie oversize con intarsi in filati a stampa e mono lettera, chiudono invece le sfilata con un commovente “ANGELO MARANI FOREVER”, omaggio allo stilista.