Angelo Marani

Lucrezia Brunello
18 settembre 2014

Ancora una volta la moda rende omaggio all’arte, questa volta a Luigi Veronesi esponente dell’Astrattismo lombardo. Così la collezione primavera-estate di Angelo Marani nasce da un’esplosione di colori che intessono delle circonferenze, delle curve e delle sfere, il fil rouge della sfilata. Gli abiti sono dei mini trapezio. Le pellicce di visone ed i poncho con le frange sono senza dubbio le novità della collezione. Gli accessori e i dettagli brillano sui tessuti, in particolare sul denim. Interessanti le calzature in argento con zeppa o tacco a spillo.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10