Ann Demeulemeester

Vittorio Francesco Orso Ferrari
29 settembre 2016

Asimmetrie e pendants sono protagonisti della collezione primavera-estate 2017 della belga Ann Demeulemeester, presentata a Parigi.
In completa sintonia con le passate stagioni, la nuova linea si caratterizza per gli elaborati modelli atemporali ed evanescenti, espressione di una moda piΓΉ concettuale che mai.
Questi pezzi creati attraverso studiati giochi di ritagli, inserti e contrasti mettono in risalto le forme e il corpo, ma focalizzano l’attenzione sul tessuto.
Pensati per non passare di certo inosservati, i capi hanno reminiscenze gotiche, rock, ma sembrano anche usciti dal guardaroba delle pure e virginali madonne fiamminghe: dalle camicie che ricordano quelle di forza degli ospedali psichiatrici di inizio secolo ai completi black&red gotich-punk, toccando persino frange, piume e collane-rosario dal gusto hippie.
Tuniche, gancetti e lacci creano un look sensuale che insieme a giacche pijama in seta, in pelle e alle spregiudicate trasparenze riscrivono un moderno senso del pudore, piΓΉ naturale.
Una rivoluzione estetica e stilistica quella della regina di Anversa, legata da un fil rouge concettuale e del tutto personale, capace di sedurre e ammaliare in nome di un’insolita e sfacciata schiettezza.

  • 1-ann
  • 2-ann
  • 3-ann
  • 4-ann
  • 6-ann
  • 7-ann
  • 8-ann
  • 9-ann
  • 10-ann