Ann Demeulemeester

Vittorio Francesco Orso Ferrari
2 marzo 2017

A metà tra una sposa virginale e una fredda guerriera medievale, la donna firmata Ann Demeulemeester sfoggia senza paura la propria forza e il proprio corpo, nella nuova collezione autunno-inverno 2017/2018.
Leggeri veli trasparenti coprono, in continui giochi di vedo-non vedo, i volti delle modelle, arricchiti da lavorazioni, ricami e pizzi che condiscono il tutto di un fine gusto borghese ottocentesco.
Eleganti vestaglie e abiti con ampi strascichi svolazzanti danno invece vita a raffinate movenze femminili, sensuali nella loro casta semplicità.
Non solo però l’eleganza del velluto e la purezza della seta: l’intera collezione si riempie di pellicce, piume e black leather, capaci di fasciare il corpo ed infervorare l’animo di una donna sempre più contesa tra l’ormai accettato ruolo sociale e il proprio Io più intimo.
Le forme sono larghe, comode e morbide al tatto, adatte ad una donna raffinata ma accesa dal coraggio, che si mostra orgogliosa negli alti stivali in pelle nera, negli stretti guanti lucidi al gomito e nelle decise trasparenze di pantaloni e camicie.
Ricami in pailettes, colletti aristocratici di fine ‘800, jabot lavorati e frange di tessuto completano questa nuova collezione della stilista belga, allo stesso tempo irruenta nello spirito ma pacata nelle forme.