Antonio Berardi

Alice Signori
18 settembre 2017

Di necessità virtù: la collezione primavera-estate 2018 di Antonio Berardi presentata alla London Fashion Week riparte dalle umili origini della sua discendenza.

Un’epoca in cui gli abiti mandati dai parenti americani venivano adornati con gusto italiano per essere sfoggiati nella terra in cui i genitori dello stilista erano da poco emigrati, l’Inghilterra. Patchwork, mix-and-match, stili e tessuti che si rincorrono sullo stesso capo creano outfit estremamente dinamici, che non lasciano spazio alla monotonia. Dagli abiti mono spalla con drappeggio laterale, alle camicie impalpabili o ancora alle eleganti vesti indossate sopra al pantalone: l’outfit deve sorprendere ed ammaliare, strato dopo strato.

Il dettaglio da non perdere: gli eleganti tatuaggi sulle mani delle modelle, omaggio ai guanti in pizzo che venivano indossati dalla madre dello stilista nelle occasioni importanti. Oggi come allora, essere impeccabili rimane uno stile non una condizione di vita.