Antonio Marras

Francesco Bartesaghi
19 gennaio 2015

“From Orani to Manhattan in a taxi ride”. Un taxi giallo in pedana, una cartina di New York sullo sfondo per raccontare la storia di Costantino Nivola, l’artista e scultore sardo che, sposato a una tedesca di origine ebraica, fu costretto dalle persecuzioni antisemite ad abbandonare l’Italia, rifugiandosi prima a Parigi, e poi, dopo l’invasione nazista della Francia, a New York, dove strinse amicizia con artisti come Le Corbusier, Pollock, Saul Steinberg ma portando sempre nel cuore la voglia di tornare. L’uomo di Marras per il prossimo autunno inverno ha uno stile urban, casual e contemporaneo. Giubbotti imbottiti e trapuntati camouflage, giacconi double per affrontare inverni rigorosi e ventosi; particolari in pelliccia percorrono tutta la collezione, così come maxi colbacchi e sciarpe in lana oversize. Le t-shirt sono frame di un film ma non ne rivelano il finale. Melange di verdi, blu navy, grigio asfalto, nero e bordeaux sono i colori principali, uniti a sprazzi di arancio e turchese.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10