Antonio Marras

Luca Antonio Dondi
22 giugno 2015

Il mare è protagonista assoluto nella collezione primavera-estate 2016 di Antonio Marras. “Mi piaceva pensare di viaggi lunghi e avventurosi, di paesi esotici e lontani. Mi piaceva sognare sulle carte nautiche di viaggi meravigliosi. Lasciarmi stregare da rotte, fari, secche e nomi difficili”: questo quanto dichiarato dallo stesso stilista, ispirato dal lavoro del padre e dai ricordi d’infanzia. Sfilano, infatti, giovani marinai e uomini – e donne – di mare, dominano i colori dell’oceano e le tinte dal verde bottiglia al militare, passando per tonalità neutre come il fango e il grigio ghiaccio. Molteplici anche le stampe: dalle immancabili righe si passa ai pois e a texture grafiche per finire con disegni di tentacoli e ricami floreali. Trench, impermeabili e blazer doppiopetto si accostano a pantaloni capri, bermuda o pantaloni a sigaretta. Sotto, si notano camicie dal colletto bowling, t-shirt e pullover in maglia. Ricorrente è il foulard annodato al collo e il basco, poi si alternano zaini e borsoni, sneakers e sandali. Una collezione fortemente evocativa e sognatrice, fresca e moderna ma con con dei rimasugli di tradizione e stampo classico, per i giovani Sailor Men e i capitani Achab di domani.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10