Au Jour Le Jour

Mirco Andrea Zerini
26 febbraio 2017

C’erano una volta Esopo e le sue favole e c’era una volta Jean de la Fontaine e le sue traduzioni del lontano 1600. Insieme sono il punto di partenza della nuova collezione firmata Au Jour Le Jour, che risulta essere una fiaba classica rivisitata in chiave contemporanea.

Diego Marquez e Mirko Fontana raccontano attraverso i capi l’eterna lotta fra bene e male, traghettandoci in un universo onirico capace di stregare i più piccoli ma imperniato su una morale comprensibile solo dagli adulti.

Creature e presenze bon ton hanno animato la passerella, mostrandosi in tutta la loro candida sensualità ed eleganza.

La collezione si contraddistingue per l’uso ampio della pelliccia e delle piume, che ritornano come un leitmotiv durante le uscite, andando ad arricchire cappotti in vernice cracklé, minidress in tonalità vitaminiche e completi pijama dalle stampe floreali o a righe, che ricordano le uniformi.

La donna diventa, nell’immaginario dei due abili stilisti, una principessa contemporanea che ama indossare abiti dalle lunghezze midi in perfetto stile bucolico o minidress tempestati di paillettes, ricchi di rouches e trasparenze femminili.

Le cromie, gli abiti, l’ambientazione: tutto concorre a ricreare l’idea di un bosco fatato popolato di personaggi frutto dell’immaginazione di un’abile mente, capace di sognare con l’ingenuità di un bambino ma di riflettere con la maturità di un adulto.

È così che “La volpe e l’uva” e “L’asino e il fardello” tornano ad essere assolutamente moderni e contemporanei, punto di partenza di una collezione divertente e spensierata ma tutt’altro che superficiale.