Balmain

Ottavia Pomini
24 giugno 2017

Il Balmain Army di Olivier Rousteing ritorna sulle passerelle parigine, svelando una collezione per la primavera-estate 2018 very Balmain e molto barocca: un messaggio di speranza diretto alle nuove generazioni di Millennials.

La linea è raccontata da uno show scintillante che mixa l’amore del designer per l’America a quello per la sua Madre Patria. Politica a parte (emerge qualche riferimento alla recente elezione di Emmanuel Macron), Rousteing attraverso la collezione ha voluto esaltare i capi che ama indossare tutti i giorni, aggiungendo alla line-up moltissimi riferimenti alla moda francese.

In passerella sfilano guerrieri urbani dal mood grintoso e seducente, dagli abiti con accenti rock e dettagli in pelle. I tessuti disegnano illusioni ottiche, geometrie grafiche, etniche e multicolor, accentuate da una lucentezza cangiante. Compaiono smoking neri dai ricami bianchi e grigi con applicazioni di jais, baguette di paillettes e catene micro e macro. Must have della linea sono il bomber, in pelle e bicolor, e il maglione in bianco e nero che ripropone la stampa della bandiera americana. Gli accessori sono ridotti al minimo: borse, shoppers e zaini. Ai piedi boots total black a punta, in versione clean o borchiata.

Ancora una volta Rousteing lascia il segno grazie a una collezione aggressiva, per un uomo sicuro di sé, dal carattere deciso e avventuriero, che conquista senza alcuna esitazione.