Balmain Homme

Ottavia Pomini
25 giugno 2016

A Parigi va di scena il seguitissimo e super cool fashion show firmato Balmain, uno degli eventi più attesi della fashion week al maschile.

La recente acquisizione del brand da parte del fondo del Qatar proprietario di Valentino sembra non aver scalfito l’animo estroso del giovanissimo direttore creativo Olivier Rousteing. Accompagnata da un’orchestra live, intenta a suonare hit anni ’80 e ’90 di Phil Collins e Seal, la collezione uomo per la primavera-estate 2017 si contraddistingue per l’uso di svariati materiali e colori vividi, che immediatamente trasportano il cuore e l’anima a ritroso nel tempo, grazie ad innumerevoli decorazioni monito di antiche civiltà.

Di fronte a un front row d’eccezione hanno calcato la passerella modelli del calibro di Jon Kortajarena, Francisco Lachowski e Baptiste Giacobini, presentando una collezione molto varia, che spazia da look total denim a felpe, poncho e giacche colorate con applicazioni di pietre e cristalli che farebbero invidia a un Faraone. Il designer svela un lato meno aggressivo grazie a sinuosi e comodi caftani dai colori dell’arcobaleno, lunghi cardigan e giacche con cinture avvolgenti. Il tessuto crochet è un vero must have, utilizzato per creare maglioni, pantaloni e addirittura vestiti.

Rousteing non si è fatto mancare niente, includendo alcuni capi femminili nella collezione: minidress di cristalli, giacche con fibbie e eleganti tute sfilano indosso alle top model del momento, da Alessandra Ambrosio a Doutzen Kroes e Sasha Luss.

Ancora una volta il designer ha voluto celebrare il suo amore per tutto ciò che appare: puro e semplice escapismo da una dimensione che, spesso, è troppo piccola per la nostra anima.

  • 1-Balmain
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10