Berluti

Luca Antonio Dondi
26 giugno 2015

Berluti porta sulle passerelle parigine una collezione primavera-estate luminosa, radiante, leggera. Tra i protagonisti in assoluto si trova il colore: tonalità brillanti come il verde prato, rosso fuoco, giallo quasi fluo, ceruleo, petrolio e ghiaccio si affiancano al blu royal, bianco e nero creando contrasti sorprendenti. Outfit formali si alternano e fondono con lo sportswear: blazer e trench sono completamente destrutturati, si adagiano con estrema leggerezza sulla silhouette; i pantaloni sono eleganti, a sigaretta per il look più formale e si ammorbidiscono per il casual, le camicie in seta e le t-shirt in cotone si tingono di macchie di colore o righe asimmetriche creando forte dinamismo. Ed è con l’accostamento di colori, ma anche di tessuti diversi che si arriva al nucleo della sfilata: pelli pregiate, come quella di canguro, abbinate alla seta o a una lana impalpabile marchiano l’impronta quasi giocosa di questa collezione. Così come sono frizzanti gli abiti, anche gli accessori non sono da meno: tote bags, porta documenti, borsoni, stringate e loafers a punta sono realizzati in pelli dipinte e accuratamente dettagliate. Berluti detta così i canoni di una nuova modernità basata su linee e geometrie classiche mixati con materiali di pregio e colori sgargianti.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10