Blugirl

Mirco Andrea Zerini
21 settembre 2016

Sulle passerelle milanesi sfila la collezione primavera-estate 2017 firmata Blugirl. Anna Molinari porta in scena un inno all’estate e al colore in una Milano grigia e piovosa, che si avvia verso la stagione fredda.

Influenze cosmopolite, rintracciabili nelle nappine dall’allure etnica e nei cappelli da cowgirl, emergono dando l’idea di una commistione equilibrata di stili, che convivono pacificamente in un unico guardaroba. Come da tradizione i capi si contraddistinguono per la loro leggerezza e la loro freschezza, sottolineate da volumi che si fanno ampi e rilassati e da silhouette sinuose, disegnate con discrezione.

Ecco quindi che fiori, boccioli, foglie ed elementi botanici, simboli indiscussi di una giovinezza innocente, sbocciano sui capi e si intersecano abilmente con i tessuti – pizzi, trine di Sangallo, tulle e cotone – tipicamente estivi ed assolutamente fluidi, che sembrano danzare all’unisono con le modelle.

In passerella sfilano gonne e pantaloni oversize abbinati a camicie, bluse e crop top che si arricchiscono di balze, rouches e scolli asimmetrici; blazer e overcoat con dettagli in tessuto tecnico che segnano un elemento di rottura con l’atmosfera vagamente bucolica; minidress in pizzo e longdress che scoprono le spalle impreziositi da ricami, pattern rigati e applicazioni.

La donna del celebre brand è una giovane ragazza che ama la vita in tutte le sue manifestazioni e desidera esprimere la sua libertà e la sua femminilità con trasparenze audaci ma mai volgari, che la rendono sexy agli occhi di tutti.

Tra gli accessori impossibile non notare le calzature – sandali rigorosamente flat con nappe multicolor o lacci alla caviglia – e le borse – shopping bag rigate o con check pattern – che completano i look e sottolineano la nota estiva.

  • 10
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09