Burberry Prorsum

Luca Antonio Dondi
21 settembre 2015

Christopher Bailey non delude mai, e anche questa collezione per Burberry Prorsum ne è la prova: la perfetta combinazione tra il moderno e la tradizione, tra il classico e lo stravagante, tra il romanticismo e un gusto quasi gotico. Il pizzo, ancora una volta, diventa grande protagonista, destreggiandosi tra le trame più disparate e arrivando a diventare quasi rete: lo ritroviamo negli abiti – dove diversi tipi di pizzo si amalgamano con rouches e merletti -, nelle gonne, nelle bluse e nelle camicie da uomo, fino ad arrivare a preziosi capispalla. Compaiono, poi, minidress e blazer con maxi stampe floreali che ricordano i rosoni di una chiesa gotica, tute e pantaloni palazzo morbidi e scivolati sulla silhouette, completi da uomo resi informali dall’utilizzo di un pantalone in tuta. Fondamentali i capispalla: si susseguono sulla passerella cappotti dai dettagli militare, cappe, montgomery, blazer raffinati, biker di pelle e – ovviamente – trench coats. Una ventata di novità anche per gli accessori in cui sembra scomparire l’iconica stampa check e subentrare, invece, rucksacks voluminosi e borse a mano quasi retrò. Tra le calzature, prendono piede sandali flat incrociati con dettagli di pesanti catene, stiletto a rete e slippers con nappe a contrasto per l’uomo. Un défilé straordinario per Christopher Bailey che dimostra di saper giocare abilmente con le tendenze di oggi mixandole sapientemente coi valori tradizionali di casa Burberry.

  • _ARC0014
  • _ARC0140
  • _ARC0180
  • _ARC0216
  • _ARC0258
  • _ARC0320
  • _ARC0376
  • _ARC0776
  • _ARC0922
  • _ARC0952