Advertisement

Burberry Prorsum

staff
16 gennaio 2011


Christopher Bailey, chief creative officer per Burberry, usa tre parole per descrivere la nuova collezione uomo autunno-inverno 2011/12 della griffe: “proteggere, esplorare, ispirare – un omaggio alla nostra tradizione”.
Ed è esattamente così, la sfilata è un “best of” della classicità Burberry e dell’intera eleganza maschile.
Il pezzo forte della collezione sono indubbiamente i cappotti: capote, montgomery, giacche strutturate, soprabiti diventano extralarge, aderenti, di taglio sartoriale, di pelle.
Chi più ne ha, più ne metta. Letteralmente.
I tessuti spaziano dalla lana, tweed, twill e feltro lavorati nei più svariati modi e non possono che confermare questo ritorno alle origini.
Burberry propone un uomo “back to basics”, dalla silhouette slanciata ed elegante, sempre con un istinto rinnovatore più o meno respinto: i colli, i bottoni, le strutture, tutti dettagli originali e unici.
I colori chiave coprono una vasta gamma di possibilità ma pur sempre molto semplici, dal nero al bianco passando per grigio, blu, rosso primario, miele e marrone.
Stivaletti con cerniera in pelle nera, scarpa con fiocchi in pelle nera, borsoni in feltro, sacchi da viaggio, in nylon, in pelliccia sono gli accessori must have per la comodità maschile.
Che dire? Siamo protetti, esplorati, ispirati.

Laura Somaini