Byblos Milano

Alice Signori
24 settembre 2015

La Maison milanese Byblos sceglie la seconda giornata della fashion week per presentare la collezione primavera-estate 2016. Fantasie optical e striature che ricordano animali della savana caratterizzano la collezione e sono riprodotte su classici tessuti stampati o tramite incisioni a taglio laser che scoprono la pelle con sapiente attenzione. La palette sfuma da colori molto accesi a toni più scuri ed eleganti, per suddividere gli abiti da giorno dalle mise serali. Agli abitini corti e svasati, contraddistinti dalle pieghe nette e definite, firma della Maison, si accompagnano a lunghi abiti dall’ampia voluminosità. È una collezione ricercata ma allo stesso tempo giovanile: il decolté che spesso richiama la forma a “V”, il maxi gilet mascolino o gli abitini monospalla creano nuove prospettive e giochi di luce.
Manuel Facchini sa riflettere sugli abiti l’energia del brand e della donna contemporanea: contemporaneo come la foto (o forse il selfie) che uscendo sulla passerella ha voluto scattare al pubblico della sua sfilata.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7.1
  • 7
  • 8
  • 9