Advertisement

Calvin Klein Collection

staff
17 febbraio 2011

 

Alla New York’s Fashion Week Francisco Costa presenta la sua collezione Calvin Klein, definita da lui stesso come “pura con esuberanza giovanile, vibrazioni sportive, ritmo veloce”.

La purezza tipica della griffe non è dimenticata, ma si arricchisce di tocchi di modernità, per un’eleganza non troppo appariscente.
La figura è slim o morbida: abiti aderenti per l’una , giacche e gonne morbide per l’altra.
Il taglio vincente è quello a sigaretta per giacche e maniche, che assumono proporzioni nuove con sovrapposizioni e cuciture; così come le spalle si stringono e si arrotondano.
Anche i tessuti impiegati prendono due direzioni diverse, lana e cachemire per un effetto di leggerezza, mentre pelle e flanella abbracciano benevolmente la silhouette.
Per la soirée Costa punta ad un’eleganza sobria con abiti delicati e dalle linee più dolci.
Una scelta tra colori dalle tonalità romantiche del deserto e del rosa, sfumature naturali, allures sexy grazie a dettagli dorati e argentei.
Il gioco si crea su combinazioni vivaci e contrasti, con inserti in pelle, colli a imbuto e in stile baseball; senza però trascurare la semplicità degli elementi basic di ogni look, come l’eterna camicia bianca.
Lara Stone chiude chiude le 34 apparizioni della sfilata con un abito in jacquard metallizzato.
La modernità dell’eleganza raggiunge finalmente una serena compostezza.

Laura Somaini