Carolina Herrera

Mirco Andrea Zerini
15 febbraio 2016

Una donna elegante e di classe ha calcato la passerella firmata Carolina Herrera che, per il prossimo Autunno-Inverno 2016/2017 ha proposto una collezione dal sapore vagamente retrò, ricca di dettagli preziosi e lavorazioni sartoriali.

Minidress in principe di Galles con ricami floreali, felpe in morbida pelliccia, gonne in organza sovrapposta o con discrete geometrie che fanno pensare a Mondrian, camicie dal taglio maschile e abiti a trapezio con fiori 3D sono pensati per un daywear informale, comodo ma allo stesso tempo sofisticato e d’appeal.

Grandi protagonisti del catwalk sono stati i longdress da vera “diva” dei tempi passati: in seta con applicazioni all-over, in tonalità sfumate come il rosa cipria e il bianco, con pattern black and white, giochi di sovrapposizioni, volumi ampi o più aderenti alla silhouette femminile, scollature importanti o decisamente più caste.

Ben riusciti i capi in organza in tonalità pastello come il verde acqua e l’azzurro polvere, e il ricorso alla pelliccia di volpe e astrakan per micro bomber, giacche modello biker, minigonne e bolerini adatti a qualsiasi occasione.

La palette non si concede eccessivi colpi di testa, fatta eccezione per il burgundy e il viola delle uscite finali che impattano positivamente su bianco, nero, rosa cipria, color nudo e verde acqua.

Gli accessori sono praticamente assenti e le calzature riprendono le cromie dell’intero catwalk, applicandosi su classiche pump a punta o ankle boots più audaci e dal tacco vertiginoso.

Una collezione che strizza l’occhio alla classicità e risulta in linea con la filosofia del brand, ma portando in scena una donna inevitabilmente moderna, sexy e provocante quanto basta per attirare sguardi indiscreti e invidia dal parterre femminile che non può non accorgersi delle sue movenze, ora decise, ora quasi eteree.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10