Céline

Alberto Corrado
2 marzo 2014

01

Il romanticismo di Phoebe Philo per Céline autunno-inverno 2014/15 si racchiude in un gesto, quel raccogliere in un pugno gentile stretto sul petto il cappotto scostato sulle spalle, come se fosse una stola. È un senso di femminilità, un gesto di affetto per sé, una gentilezza di portamento, in una collezione ancora una volta centrata sul senso pratico del bello.
Le gonne si sfaldano in pannelli, vibrando di moto perpetuo; i colli si accartocciano in lingue di tessuto; i bottoni rompono le file, si moltiplicano, dettaglio funzionale e decorativo insieme. I pantaloni? Plissettati, dall’ampia svasatura, omaggio a una silhouette vagamente anni ’70. E se sul tailleur ridotto all’osso s’incastonano gemme e cristalli, spruzzati d’impulso come nell’ispirazione irripetibile di un pittore astratto, il cappotto è banco di prova di insospettabili virtuosismi: asimmetrie di taglio e cromatismi, composizioni che accostano il panno di lana al più lussuoso astrakan, revers che sfumano in fascinose sfilacciature, piume sottili come ciglia d’argento.

Alberto Corrado

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9