Chanel

Martina D'Amelio
26 gennaio 2016


In un giardino minimal ricreato ad hoc nella cornice del Grand Palais va in scena la Couture di Chanel: lussuosa, elegantissima, la collezione rappresenta un omaggio alla natura. Secondo Karl Lagerfeld, ovviamente.
Una costruzione su due piani in legno, un praticello appena tagliato, un ruscello di vetro e un cielo azzurro. La location, a metà tra lo zen e il nordico, fa pensare a una svolta sostenibile: ma ricordiamoci che siamo sul set di una sfilata, dove tutto viene smantellato dopo poche ore, e quindi è difficile, se non impossibile, che l’eco-friendly trovi terreno fertile. Ti aspetteresti di vedere uscire da quella struttura così minimale semplici abiti a trapezio, pochi orpelli e qualche donna bucolica.
E invece arrivano Gigi e Bella Hadid, Maria Carla Boscono e Kendall Jenner con acconciature e trucco a metà strada tra il manga e il Tirolo, vestiti ricamati con reti di perle e un tripudio di applicazioni, tailleur in tweed e pizzo, bluse in organza, micro-marsupi gioiello, frange di lana come piume anni Venti e mantelle come nuvole di tulle. Le giacche bon ton sono munite di maniche a sbuffo, macro bottoni e spille di pietre e si indossano su pantaloni ampi alla caviglia o gonne a tubino, nei toni del rosa cipria, del blu notte, del panna, del beige. Basta un attimo e il sempreverde tweed lascia posto al raso e alla seta, dove svettano sapienti embroidery dorate e rouches di chiffon per i midi dress, indossati con insoliti e lavoratissimi boleri a ventaglio. E la natura? Qualche spunto c’è, dalle zeppe bicolor in sughero ai piccoli dettagli di legno che profilano gli abiti secondo motivi a catena, fino ad arrivare a delle stampe di fiori coloratissimi e a micro decori di farfalle in organza.
Il Kaiser insomma punta ancora una volta sull’effetto sorpresa, ma in fin dei conti quello che vediamo sfilare su quell’inconsueta passerella a pannelli non ci stupisce affatto: è il lusso Chanel, quello che tutti conosciamo da sempre. E allo stesso modo, non ci meraviglia vedere applaudire in prima fila Cara Delevingne accompagnata da un ospite (a tema?) d’eccezione: il suo cane, Leo.

  • 1-chanel
  • 2-chanel
  • 3-chanel
  • 4-chanel
  • 5-chanel
  • 6-chanel
  • 7-chanel
  • 8-chanel
  • Chanel Couture Spring 2016
  • Chanel Couture Spring 2016
  • Chanel Couture Spring 2016
  • Chanel Couture Spring 2016
  • Chanel Couture Spring 2016
  • 14 chanel
  • Chanel Couture Spring 2016