Advertisement

Chanel

staff
2 ottobre 2012

La donna di Karl Lagerfeld per la primavera/estate 2013 è una donna giovane e fresca, forse un po’ tra le nuvole. Lagerfeld si ispira all’idea dell’aria anche nell’allestimento del Grand Palais adornato da pale eoliche che ricaricano la pedana stessa volta a rappresentare dei pannelli solari.
Il filo conduttore della sfilata sono sicuramente le perle che compongono l’enorme collier e gli appariscenti bracciali indossati dalle modelle. Le stesse perle sono magistralmente usate da Lagerfeld come fossero borchie per impreziosire le forme semplici dei suoi abiti e renderli moderni e attuali, mantenendo la firma Chanel.
Forme semplici, appunto, quelle iniziali: tubini svasati senza spalline e completini giacca-gonna che ricordano vagamente le uniformi delle scolarette. Pantaloni skinny a vita altissima abbinati a bolerini molto corti. Mini-dress con giacche dalle spalle larghe, cappottini in pelle o quelli che sembrano (e solo sembrano) grandi maglioni. Immancabili i blazer classici abbinati a camicie lunghe e pantaloni a sigaretta.
Si continua con tuniche e grandi camicione stampate, poi tornano i bomber abbinati a gonne a tubo con l’orlo che riprende la lavorazione del giubbotto. E finalmente si arriva alla trasparenza, abbinata al matelassè e alle applicazioni colorate che danno decisamente idea di primavera; si finisce con i pezzi unici per la sera: lunghi abiti black and white o total white con ricami floreali sui colori del rosa e del viola.
I colori sono fantasiosi e tanti: si parte dal bianco e nero, ma si arriva a rosso, blu, blu jeans, viola, lilla, rosa e verde. I ricami, il tweed, il matelassé e le trasparenze richiamano la solita classe che contraddistingue Lagerfeld. Una donna a metà strada tra il suo ritorno al college e la sua voglia di un’eleganza consapevole, rinnovata dagli estrosi accessori: un cappello inserito in un disco di PVC gigante e trasparente e una borsa enorme bianca matelassé inserita in un cerchio di legno.

Beatrice Repossi