Chicca Lualdi

Emanuela Beretta
25 febbraio 2015

Una donna raffinata e femminile quella proposta da Chicca Lualdi. È lei che apre la settimana della moda milanese per la stagione autunno-inverno 2015/2016. L’ispirazione della collezione trae origine dal rigore degli anni ’60 che la stilista declina in uno stile puro, contemporaneo, sofisticato e chic. Le linee sono essenziali, sempre pulite ed eleganti per sottolineare un tocco bon ton che piace ad una donna elegante che strizza l’occhio al gusto retrò, sempre di moda.
Così vediamo sfilare abiti a vita alta dai tagli sapienti e dalla trama compatta con intarsi che creano motivi circolari ed un interessante mix di materia e di colore per le camicie. I cappotti e i soprabiti sono rigorosi con intarsi in pelliccia, gonne e pantaloni ricordano vagamente, nei volumi, gli anni ’70. Le pellicce in cincillà e astrakan e i giacchini in visone completano un insieme di rara bellezza.
I colori ricorrenti sono le diverse gradazioni di blu, il Beaujolais, il salvia e il tenue polvere che compongono un insieme di effetti veramente interessanti, a volte unici. Una sfilata fresca che, nella sua semplicità, conferma la classe innata di una stilista che, con pochi tratti, realizza capi unici.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10