Cividini

Mirco Andrea Zerini
26 settembre 2015

Geometrie apparentemente confuse con giochi di sovrapposizioni e stratificazioni hanno caratterizzato la passerella firmata Cividini che ha presentato una collezione ricca di contrasti e volutamente invasa da un disordine che risulta ricercato e studiato nei minimi dettagli.

Una palette dominata principalmente da tonalitΓ  terrose come il cammello, il marrone cioccolato, il nero e il bianco ha colorato gonne color block portate con top sovrapposti a camicie smanicate dal taglio maschile, caban con applicazioni fiorate 3D, classici trench, pantaloni al ginocchio con lunghe camicie total white e longdress geometrici.

Pois ton sur ton, pattern rigati, geometrie e stampe squadrate invadono il catwalk in cui convivono trasparenze audaci ed effetti “vedo non vedo” che attraggono e seducono sguardi indiscreti.

Una donna femminile e sensuale, che per la bella stagione indossa capi leggeri e freschi indubbiamente di forte appeal.

Una collezione nuova, che ha stupito il pubblico nel front row, stranito e allo stesso tempo piacevolmente sorpreso dello stravolgimento dei canoni estetici ormai consolidati del celebre brand.

  • Cividini RTW Spring 2016
  • Cividini RTW Spring 2016
  • Cividini RTW Spring 2016
  • 04
  • Cividini RTW Spring 2016
  • Cividini RTW Spring 2016
  • 07
  • Cividini RTW Spring 2016
  • Cividini RTW Spring 2016
  • Cividini RTW Spring 2016