Coach

Mirco Andrea Zerini
9 gennaio 2016

Coach 1941 sfila durante il secondo giorno di London Collections Men, portando in passerella un uomo moderno, che vive la città in maniera dinamica, sempre attento alle tendenze in fatto di stile.
Sin dalle prime uscite emerge uno stile inconfondibile sottolineato dalla maestria nella progettazione e realizzazione dei capispalla: voluminose pellicce ecologiche in vari modelli, bomber, cappotti, biker, parka e peakot in pelle, montone, tessuti tecnici o in lana. Risaltano anche i completi giacca-pantalone in principe di galles, su un catwalk in cui si sono avvicendate presenze maschili e femminili, intervenute a spezzare la virilità e l’austerità del contesto.
Abbondano le fantasie macro-check per camicie informali, polo shirts e cardigan, le righe e le stampe divertenti per la maglieria, declinata in tonalità a volte vivaci a volte autunnali.
Le vestibilità sono morbide e comode, fatta eccezione per i pantaloni che stringono dolcemente le gambe, i volumi estremamente ampi e avvolgenti come per il piumino e il parka gialli con colli importanti e decisamente vistosi.
La palette è ricca e variegata: dai classici nero, blu navy e rosso, al senape, al giallo, al viola e a schizzi di verde. I dettagli non si fanno desiderare e creano un mix and match di materali, forme e colori senza cadere mai nell’esagerazione.
Impossibile non citare in chiusura gli accessori: bellissime le borse, portate a mano o a tracolla e realizzate in varie misure e cromie, le calzature stringate con stringhe a contrasto, cappelli e foulard per un uomo che non è disposto a lasciare nulla al caso, nello stile e nella vita!

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10