Comme des Garçons

staff
3 marzo 2012

È una storia di fantasia e di invenzione quella messa in scena da Rei Kawakubo, designer per Comme des Garçons nell’Autunno-Inverno 2012/2013. Le donne sono le protagoniste di divertenti fumetti e indossano abiti con volumi unici e innovativi. Non ci sono termini di paragone per coat che arrivano fino al ginocchio e che hanno proporzioni singolari: sono piatti se visti dal di fonte e tridimensionali se guardati dal lato. Le fantasie che li colorano e vivacizzano sono svariate: monocromatiche in rosso, rosa fluo, blu, rosa e azzurro per alcuni capi e con stampe floreali, animalier e camuffage per altri.

La collezione è completata da abiti in velluto con stampe floreali, da indossare con passamontagna che conferiscono un aspetto drammatico alla figura.
Le scarpe sono gli accessori fondamentali, in stile maschile e con tacco in legno.

 

Martina Bosi