Costume National Homme

staff
18 giugno 2011


L’uomo che Ennio Capasa porta sulla passerella di Costume National Homme trae ispirazione dal Rock’n’Roll delle origini reinterpretato in forma completamente nuova, guardando al futuro e utilizzando l’ultrasound, una tecnica laser che fonde le estremità del tessuto senza creare spessori.
Di scena giacche sartoriali reinventate in tutti i dettagli o sagomate con forme ispirate al mondo biker, camicie con zip centrali e maniche raglan, pantaloni skinny e wide riletti in chiave contemporanea e shorts dal taglio sartoriale.
La palette cromatica è dominata da una moltitudine di tonalità di grigio con ricorrenti tocchi di rosso; non mancano fantasie check, pied de poule e finestrate.
A completare il look mocassini, maxi bag in elefante taglio vivo e clutch destrutturate bicolor.
L’energia innovativa degli anni Cinquanta incontra il tailoring iconico di Costume National Homme fatto di tagli laser e capi interamente integrali.

 

Luca Micheletto