Diesel Black Gold

Jennifer Courson Guerra
20 giugno 2016

Il leitmotiv della passerella Diesel Black Gold sembra essere il workwear. Anche la location scelta parla chiaro: all’ex scalo Farini, mentre all’interno si svolge la sfilata in un grande open space dal sapore postindustriale, all’esterno si lavora. Il direttore creativo del brand Andreas Melboastad ha preso ispirazione proprio dai colletti blu per creare la collezione primavera-estate 2017, in particolare dalle fotografie di Irving Penn, che negli anni ’50 immortalava operai, pescatori e macellai intenti nelle loro mansioni. I pantaloni cargo, così, sono presenti nella maggior parte degli outfit, sia in versione slim che in versione baggy. Tasche ampie e frontali anche sulle camicie e sulle giacche, declinate in bomber, nei kimono incrociati e nelle immancabili biker jackets in pelle, segno distintivo del brand. I materiali sono resistenti e funzionali, come l’acetato, il cotone e il denim gabardine – il principe dei tessuti da lavoro. Si distaccano dall’estetica workwear solo i sandali gladiator e le poche giacche sartoriali. La palette è, ovviamente, quella dei colori neutri: al classico nero, Melboastad ha associato il blu di Prussia, il bianco, una punta di rosso, il kaki e un’interessante incursione nel mondo del rosa, tra il beige e il pesca. Molto gettonato il ton-sur-ton, se non addirittura il monocolore, come nell’outfit nude look formato da felpa e camicia  sui toni del salmone e da bermuda in tessuto tecnico rosso tiziano; a spezzare, sandali avvolgenti e stringati in pelle nera.

  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017
  • Diesel Black Gold Men’s Spring 2017