Dirk Bikkembergs

Alberto Corrado
23 giugno 2014

E’ proprio al triathlon che Dirk Bikkembergs s’ispira per disegnare una collezione che rispecchia in pieno l’originaria vocazione sportiva del brand, sottolineata in passarella da una scenografia che ci ricorda le tre discipline: Nuoto , Ciclismo e Corsa.
Mentre i codici estetici mutuati in questa disciplina esaltano la plasticità del corpo maschile, lo stilista sceglie di accentuare il carattere urban, elegante e moderno della collezione.
Turchese per il nuoto, verde per il ciclismo, giallo per la corsa.
Sfilano mute tecniche, leggings elasticizzati con evidenti tecnicismi lessicali del triathlon.
Accanto i completi formali nei toni del blu scuro e del nero, completati da bretelle, che ci ricordano l’altra anima della collezione, quella elegante.
Spicca il work-blue del prezioso denim giapponese fra in jeans: declinate in tutte le sfumature del blu-indaco per riaffermare la sintesi tra la resistenza alle prove più dure ed eleganza contemporanea.
Meritano gli accessori: fra tutti gli zaini che vengono indossati davanti o dietro, a pelle o abbottonati sui capi-spalla come pettorine, in un richiamo evidente alla tenuta sportiva dei triatleti.
Questa riuscita fra moda e sport, sottolineata dall’apparizione speciale , in chiusura sfilata, di Daniel Hofer, campione italiano ai vertici del triathlon mondiale.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10