Dries Van Noten

Ottavia Pomini
28 settembre 2016

In un’atmosfera surreale, creata da una scenografia in continuo movimento, sfila a Parigi la collezione per la primavera-estate 2017 firmata Dries Van Noten.

Grandi bouquet di fiori multicolori, posizionati lungo la passerella e incastonati in una serie di totem di ghiaccio, si sciolgono e sbocciano, secondo dopo secondo. Nonostante il suggestivo scenario il designer belga mantiene salda la sua estetica, proponendo una collezione dalle silhouette morbide, sviluppata intorno a giochi di contrasti calibrati con cura: maschile e femminile, impalpabile e voluminoso, righe e tinta unita.

Sulle note della colonna sonora “Frozen’” di Madonna, reinterpretata per l’occasione, sfilano modelle dagli sguardi intensi celati dietro velate mascherine, abbinate a capi tinta unita e outfit neutri arricchiti da decorazioni vittoriane, bolerini dall’orlo ricamato e cache coeur cosparsi di pietre. Peonie, rose e altre corolle si imprimono, come fossero timbri, sul nero, sul bianco, sul giallo e sul turchese. Compaiono kimoni dai motivi japan e abiti oversize a righe. Ai piedi delle modelle i tacchi intagliati nel legno regalano rigide figure geometriche.

Una collezione che si sviluppa in crescendo, partendo da capi semplici per arrivare a look più elaborati. Un percorso che racconta l’essenza di Dries Van Noten, ben ancorata dentro il sistema moda ma con il desiderio costante di evadere le classiche tendenze.

  • Dries Van Noten RTW Spring 2017
  • Dries Van Noten RTW Spring 2017
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10