Dries Van Noten

Alice Signori
22 giugno 2017

È nella sede ormai dismessa del quotidiano Libération a Parigi che Dries Van Noten presenta la collezione primavera-estate 2018. I numerosi raccoglitori custodi di vecchi scoop, cronaca e dati economici fanno da cornice ad una collezione che, per assonanza di colori, sembra magicamente prendere vita dalle imponenti librerie sullo sfondo, svelandone segreti e ricordi.

Beige, marrone, ocra: colori terrosi e caldi ricordano, per l’appunto, biblioteche d’altri tempi o gentlemen’s clubs: l’uomo di Dries Van Noten si rivela quindi, anche nella scelta dell’outfit, un po’ bohemienne ed un po’ intellettuale. Giacche ed impermeabili sono over: cadono dritti dalle spalle per arrivare spesso ben oltre la vita. Non mancano short e bermuda, mentre il classico pantalone lungo si adorna di opulenti stampe damascate. Un guardaroba che oscilla tra capi pensati per il casual Friday in ufficio a golf e maglieria più adatti al tempo libero: dovere e piacere si alternano uscita dopo uscita, proprio come sfogliando le pagine di un giornale.