Dries Van Noten

staff
24 settembre 2014

Una collezione ispirata all’Ophelia del pittore preraffaellita John Everett Millais quella presentata a Parigi da Dries Van Noten per incarnare lo spirito della prossima primavera-estate. Lo stilista belga ci conduce all’interno di atmosfere fatate, anche grazie al setting allestito espressamente per il défilé: luci dorate ed una passerella interamente ricoperta da un morbido manto verde, realizzata dall’artista argentina Alexandra Kehayoglou. La collezione predilige stampe e tagli morbidi. Da rimarcare un peculiare motivo a righe orizzontali colorate, una fantasia con le icone del Sole, gli immancabili fiori, le forme geometriche e i tessuti jacquard dall’animo orientaleggiante. Un mix di culture interpretato in stile Van Noten, che ama rappresentare la donna in un contesto urbano, senza eccessi o trasgressioni. La linea si definisce infatti grazie a pantaloni dal taglio rilassato, abiti morbidi mai troppo corti, delicati veli trasparenti che si posano sui crop tops ed una raffinata varietà di blazers e bluse coordinate. La palette è delle più variate ma predilige i toni cupi e boschivi: verde scuro, blu notte, viola e giallo ocra, come i preraffaelliti ci hanno insegnato.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10