Emanuel Ungaro

Mirco Andrea Zerini
29 settembre 2014

Colori acidi, elettrizzanti e stampe digitali sono gli elementi chiave del defilé di Emanuel Ungaro presentato sulle passerelle parigine.
Fausto Puglisi, per la prossima primavera-estate, ha pensato ad una donna che ama osare in tutto e per tutto, con colori, lunghezze, trasparenze e make-up proponendo una collezione vagamente Eighties, ricca di elementi che attingono dagli archivi della celebre Maison rivisitati in chiave contemporanea.
Sfilano longdress coloratissimi con spacchi vertiginosi e scollature profonde, minidress con pizzi e stampe floreali stretti in vita da cinture, pantaloni dagli ampi volumi, abiti, tailleur, gonne e caban dalle tonalità vitaminiche con stampe astratte che rimandano al floreal.
La palette è vastissima, proprio come piace allo stilista: i colori si mescolano e s’intrecciano in armonia per creare pattern sempre nuovi e moderni.
Le trasparenze si fanno audaci, le scollature azzardate, gli spacchi da vera femme fatale e il catwalk ci conduce via via verso le uscite finali: abiti da dea resi ancor più drammatici da mantelle in seta che toccano terra; look da scenografici dal forte impatto.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10