Emanuel Ungaro

Mirco Andrea Zerini
4 marzo 2016

Il DNA che ha caratterizzato gli anni ‘70 rivive sulla passerella firmata Emanuel Ungaro per il prossimo autunno/inverno, unito ad una vena girly e alla leggerezza che contraddistingue la collezione.
Fausto Puglisi torna a valorizzare l’animo della Maison – più volte stravolto – proponendo capi che evidenziano una silhouette longilinea e asciutta, sottolineata da bluse in seta abbinate a gonne dalla lunghezza midi ed a maxi cinture con fibbie in cristallo, pantaloni al polpaccio dai volumi ampi, minidress in pizzo macramè e stampa floral, abiti longuette con trasparenze e applicazioni decor e capispalla – cappotti, bomber, pellicce e peakot – resi vivaci e divertenti da stampe caleidoscopiche.
Sul catwalk convivono pattern variegati e diversificati che schiariscono e determinano il fiorire della palette: animalier, floreale, stampe astratte, snake effect e tessuti jacquard contribuiscono ad introdurre note di colore sgargianti e qualche volta metalliche che schiariscono i classici nero e blu navy o che vivacizzano l’optical white.
Una collezione sofisticata per una donna dall’allure a tratti retrò, manifestata dall’utilizzo di collant a rete e di calzature – mary jane o cuissardes a punta – che, in linea con le ultime tendenze, rimandano proprio a quei must-have che nel guardaroba non possono mai mancare.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10