Emilio Pucci

Alice Signori
20 settembre 2014

Fantasia e colore sono gli elementi dominanti della collezione primavera-estate 2015 di Emilio Pucci.
Geometrie, fiori, ricami in risalto e sfumature etniche danno a questa sfilata un ritmo serrato, che accompagna la pervasiva creatività. La palette gioca su tre temi: il bianco che si trasforma poi sui toni del rosa, il giallo e l’ocra come la luce estiva per finite in un’esplosione di colori accesi, dove dominano toni come il rosso, il viola e l’arancione. I capi utilizzano textures e materiali diversi a contrasto: tailleurs ben costruiti sono indossati con top lavorati che ricordano il macramé, mentre lunghi e morbidi abiti sono rifiniti da solide collane in pietra dura. Gonne vaporose precedono stretti pantaloni a sigaretta, più puliti nella linea e nella manifattura. Il susseguirsi dei capi e il degradare dei colori, dal bianco all’esplosione di toni, creano una collezione molto dinamica e sorprendente. Risalta tra gli accessori la borsa a tracolla con borchie, abbinata alle mise più classiche. Conclude la passerella la magnifica Naomi Campbell, indossando un abito impalpabile con un disegno a righe délavé, per un effetto etnico e sognatore. Peter Dundas riconferma la sua bravura: mantenere il DNA del brand senza rinunciare a creare una collezione dinamica e moderna, al passo con il proprio tempo.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10