Ermanno Scervino

Mirco Andrea Zerini
26 settembre 2015

Occhi puntati sulla sfilata di Ermanno Scervino che per la prossima primavera-estate ha proposto una donna estremamente femminile, che ama attingere anche dal guardaroba maschile soprattutto per tagli e forme dei capi.

In passerella tutta l’eleganza e la ricercatezza che caratterizzano da sempre il famoso brand italiano, con alcuni elementi che spiccano per il loro frequente utilizzo: c’è il pizzo in strati sovrapposti per abiti, chemisier, spolverini dal taglio smoking e minidress in pelle lavorati a laser; ci sono i longdress in organza e chiffon con giochi di arricciature e plissettature che creano corpetti irresistibili, garantendo al corpo una silhouette sinuosa; ci sono, come sempre, le applicazioni di preziosi cristalli che intervengono a tempestare abiti longuette, gonne e cappotti, dando tocchi di luce che illuminano il volto; e ci sono poi le stampe jacquard che si colorano di rosso e corallo su fondo bianco, creando fiori e foglie per blazer e pantaloni stretti.

Impossibile non notare le jumpsuit in perfetto stile “safari”, che diventano sensualissime grazie ai top plissettati in organza trasparente che appaiono e scompaiono proprio al di sotto di esse.

I tessuti sono preziosi e tipicamente estivi, proprio come la palette di colori che si compone di tonalità pastello e dei classici bianco, nero e avorio, senza rinunciare al rosa shocking per pellicce in visone e abiti a tubino.

Gli accessori sono ben calibrati: maxi bag in tonalità terrose, mentre la shoes collection si declina in babbucce marocchine ricamate e sandali a listini che riprendono le tonalità dell’intero defilè.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10