Ermenegildo Zegna

staff
18 giugno 2011


L’uomo Ermenegildo Zegna per la prossima stagione estiva è un instancabile viaggiatore che si concede qualche giorno di relax tra le palme di una spiaggia bianca e immensa.
In una collezione cucita con colori e tessuti divorati dal sole, bianchi gessosi che vanno all’écru si sommano a celeste pallido e pervinca, al malva declinato fino al violetto, a grigi e salvia chiari o scuriti fino a fondersi l’uno nell’altro.
Un effetto sfuocato molto cinematografico che non si ferma ai ricercati contrasti di colori, ma continua nella silhouette mai rigida in tante combinazioni di abiti, spezzati dalle giacche docili, sempre ben tagliate come da consuetudine sartoriale, e pantaloni essenziali.
Nuovo e portabilissimo, quasi uno spencer, il doppiopetto sfoderato dalle proporzioni asciugate. Impermeabili dalle linee nette e squadrate in cotone double spalmato e spolverini che sembrano appena estratti dalla valigia sono i naturali outerwear di un guardaroba facile, maschile e sicuro di sé, che si completa con polo in leggerissima ciniglia, camicie in cotone mano seta a righe e cravatte Duo.

 

Luca Micheletto