Advertisement

Fendi

Mirco Andrea Zerini
26 febbraio 2015

Un fiore di sterlizia che fa capolino dalle borse sembra essere il fil rouge della nuova collezione firmata Fendi per il prossimo autunno-inverno.
Silvia Venturini Fendi e Karl Lagerfeld portano in passerella un’eleganza sofisticata rivisitando forme e volumi tipici degli anni ’70.
Le prime uscite si contraddistinguono per il candore quasi accecante di cappotti doppiopetto oversize, abiti longuette e deliziosi minidress in pelle con tasche applicate, da indossare con camicie dal taglio maschile. Ci si sposta poi verso tonalità più calde ed energiche come il terra di Siena e il rosso per lunghe pellicce con bande a contrasto e pantaloni a zampa. A dominare le uscite centrali del catwalk sono il nero e il cuoio declinati in tutte le sue nuances che mixate creano pattern geometrici: corpetti che sembrano armature, rivisitazione della salopette, felpe in cui l’astrakan si mescola al visone, peacoat maschili o cappotti patchwork ben strutturati.
Particolare l’uso del duvet non solo per giacche sportive, rese quasi couture, ma anche per minidress e longdress in fantasia che creano nuovi volumi.
Gli accessori non deludono le aspettative: calzature grintose, aggressive e, tra le borse, ritornano l’iconica Peekaboo nella versione maxi, mini o micro e la più nuova By The Way; belle anche le maxi pochette con linee che s’ispirano alla tradizione. Una sfilata degna di nota.