Fendi

Luca Antonio Dondi
8 luglio 2015

Al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi debutta per la prima volta nel mondo dell’Haute Couture la casa di moda romana Fendi, capitanata per l’occasione da un designer di pregio come Karl Lagerfeld che, con questa collezione, sottolinea i 50 anni di collaborazione con l’universo Fendi. Un’entrata trionfale di questo genere non poteva non avere come protagonista la pelliccia, elemento che più di ogni altro ha consacrato Fendi nel fashion system moderno. Nonostante i dibattiti di animalisti e ambientalisti degli ultimi anni, la Maison romana non rinuncia alla tradizione e porta in passerella con orgoglio e straordinaria eleganza morbide pellicce di cincillà, zibellino e visone. I preziosi capispalla conquistano la passerella con volumi importanti, textures che coniugano l’animalier a effetti grafici, ricami floreali a vivo, piume applicate dal forte valore scenografico. Ai protagonisti, si accostano sul catwalk pullover, mini gonne ed aristocratiche stole, il tutto realizzato ancora una volta con delicate pellicce. Karl Lagerfeld propone, con questa collezione, una moderna classicità che va controcorrente e che non rinuncia al fascino della pellicceria: un tuffo nel passato al tempo di Adele Fendi che guarda con fierezza al futuro attraverso l’imprinting del Kaiser.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10
  • 11
  • 12