Fendi

Luca Antonio Dondi
21 settembre 2017

Sulle passerelle di Milano i Caraibi incontrano il Futurismo. Il risultato? La collezione primavera-estate 2018 firmata Fendi, un concentrato di forza e femminilità.

Karl Lagerfeld e Silvia Venturini Fendi, infatti, uniscono righe e geometrie dinamiche tipiche della corrente artistica italiana fondata da Marinetti con tonalità pastello ispirate alle sfumature della sabbia e del mare, foliage intarsiati o incisi a laser e volumi che lasciano scoperte le spalle, si stringono in vita e poi si lasciano andare.

Righe e check si incontrano e scontrano su polo, bluse, gonne midi, trench coat, parka e cappotti di pelliccia. Un delicato gioco di trasparenze lascia intravedere, sotto i capi in organza, completi intimi di una sofisticata eleganza. Pelle e pelliccia si arricchiscono di lavorazioni a laser e intarsi che rendono i capispalla opere preziose, mentre il denim si fa sartoriale per raffinati completi e soprabiti off-the-shoulder. Il capo che è già sulla bocca di tutti? Il bomber in pelliccia con intarsiato il celebre logo della doppia F indossato sul catwalk dalla top model Kendall Jenner.

Fiocchi, intrecci di pelle, patch floreali e frange rendono frizzanti e in perfetto tropical style le borse che, oltre ai modelli icona della Maison, vedono la comparsa della nuova mini bucket bag Mon Trésor e dalla Runaway tote. Ai piedi, invece, décolleté color block a punta abbinate a gambaletti o collant con stampa tartan o con l’immortale doppia F.