Francesca Liberatore

Alessandro Brazzelli
11 febbraio 2017

Francesca Liberatore porta sulle passerelle della NYFW una riflessione sugli effetti sociali del potere con la collezione autunno-inverno 2017/2018.
L’ispirazione per la stilista italiana arriva sempre dall’America: la designer volge all’era di Franklin Delano Roosevelt per raccontare, attraverso gli abiti, l’emancipazione al femminile.

Si parte con un lungo cappotto bianco sopra una tuta di velluto blu, abbinata a un un chocker rosso e completata da alti stivali di pelle. Il racconto sulla prodezza della donna moderna continua con micro bomber a stampa e leggings a righe, ma anche sexy camicie di pizzo, longuette, pantaloni di pelle e dettagli in pelliccia. “Freedom from Fear” recita la t-shirt femminile e femminista. La libertà si raggiunge anche tramite completi arabesque in trasparenza, corsetti, giacche maschili destrutturate e dolcevita crop-top.
Il colore rosso scuro delle labbra e i capelli raccolti in uno chignon intrecciato esaltano la sensazione di potere tutta al femminile.
“Ho fatto del mio meglio per fare un parallelo tra quello che era allora e ciò che è ora” ha raccontato la designer. E ci è riuscita.