Giada

Valentina Nuzzi
25 febbraio 2016

È una collezione grafica ed essenziale quella che Giada dedica al prossimo autunno-inverno. Nella raffinata cornice della Pinacoteca di Brera di Milano, Gabriele Colangelo mette in mostra un guardaroba raffinato e a tratti etereo, caratterizzato da tagli asimmetrici e contrasti materici.

La palette è delicata e si ispira all’opera della pittrice danese Anne Tholstrup: i toni di panna, beige e rosa cipria sono accostati a variazioni di grigio e verde petrolio.

Gli accessori e i dettagli applicati sulle calzature presentano silhouette geometriche definite, che contrastano con le linee sinuose dei capi.

La formula di Colangelo per l’inverno che verrà sembra svilupparsi in un limbo tra moda e architettura.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10