Giorgio Armani

Martina D'Amelio
23 settembre 2016

A Milano va in scena Charmani: re Giorgio non si limita a creare una collezione per la primavera-estate 2017 che strega la platea, ma scomoda persino la grammatica con il suo irresistibile charme.

Una parola francese che deriva dal latino carmen, il cui significato non è solo “poesia”, ma anche “incantesimo”. Lo stilista ci aggiunge la sua firma – Armani, appunto – e conia un nuovo termine per descrivere la sua linea per la prossima stagione calda, un concentrato di stile che si evolve e presta l’orecchio a echi culturali diversi, ma resta con i piedi ben saldi sul terreno natio dell’eleganza.

L’inedita magia è racchiusa in abiti e pantaloni velati che scoprono le gambe, micro gonne a pareo che brillano, bermuda saruel in jersey, giacche decostruite in pelle dai motivi preziosi, long dress in georgette e organza ricoperti di ricami impalpabili e micropaillettes, vanitosi strumenti di seduzione da indossare con slippers flat e stivaletti a listini.

Il sortilegio lanciato in passerella da questa donna disinvolta e affascinante arriva da lontano, come dimostrano i turbanti multicolor, i disegni floreali, la rete di maglia indossata sul minidress e i maxi orecchini di pietre, ma a contribuire all’atmosfera fantasy è soprattutto la palette, capace di ipnotizzare grazie alle infinite gradazioni di blu, insieme a incursioni di grigi e viola.

Una femminilità ammaliante che trasgredisce gli schemi senza perdere il suo rigore, piuttosto esaltandolo fino a renderlo soprannaturale: l’incantesimo è riuscito, ancora una volta.

  • giorgio-armani-womenswear-ss17_09
  • 00-armani
  • 07-armani
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_01
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_02
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_03
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_04
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_05
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_06
  • giorgio-armani-womenswear-ss17_008