Givenchy

Mirco Andrea Zerini
2 ottobre 2016

Sull’invito una foto d’archivio del 1952 con un abito disegnato da Hubert de Givenchy, nel front row tutte le muse e amiche di Riccardo Tisci, da Courtney Love a Kim Kardashian a Gigi Hadid: ecco il mondo firmato Givenchy che, per la primavera-estate 2017, conquista la piazza di Parigi di fronte al Museo Nazionale di Storia Naturale.

Lo stilista porta sulla passerella all’aperto una donna sofisticata e audace, con acconciature e trucco da Couture, realizzati da Guido Palau e dalla celebre make-up artist Pat McGrath.

Ispirazioni e rimandi da veri intenditori caratterizzano la sfilata: ci sono gli abiti dalle stampe caleidoscopiche e psichedeliche che s’ispirano alle gemme e che ritornano anche sulle vistose collane pendenti, c’è il mix and match di stripes e maxi pois multicolor che invade i capi ricchi di volant e rouches e le polo-shirt con colletti a punta e pattern color block che diventano abiti.

Non mancano il nero – grande classico per il brand – e i richiami al precedente show di Haute Couture per i completi con pantaloni a zampa abbinati a blazer o casacche ton sur ton pensati per una donna affascinante, avvolta dal mistero.

Molto ben riusciti anche i look nelle tonalità del cipria e del nude per minidress o completi che esaltano la silhouette, femminili e sensuali.

Gli accessori sono pochi ma ben calibrati: ai piedi lace-up shoes in pelle o vernice che riprendono le cromie dello show e gambaletti a contrasto in linea con le ultime tendenze.

Tisci sa sempre come strabiliare il suo pubblico di affezionate, anche se forse questa volta da lui si chiedeva qualcosa in più. Ma si sa, le aspettative non sempre vengono soddisfatte. In ogni caso la collezione risulta in perfetto stile Givenchy, quello che il designer ha saputo rendere famoso in tutto il mondo.

 

  • 10
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09