Gucci

staff
19 settembre 2012

“Donne aristocratiche che sprigionano allure con un’estetica pulita, precisa, definita”: è questa l’idea che Frida Giannini ha per la Primavera-Estate 2013. Una collezione ispirata dalle foto storiche di Richard Avedon e di Gian Paolo Barbieri che ritraggono le loro meravigliose donne-icona. Tutti gli abiti sono caratterizzati da un minimalismo delle linee estremamente chic che si accende nei toni esotici del ciclamino, corallo, verde smeraldo, blu elettrico e giallo sidro acidulato. Negli abiti tutta l’attenzione è sul collo: voluminose stratificazioni di gazare creano onde di volant che raggiungono le spalle fino alla schiena. Preziosissimi collier di pietre di corallo e turchesi illuminano il look risaltando soprattutto sul bianco. Le stampe richiamano l’Oriente come quelle sulle tuniche e sui pantaloni in fibra di carta giapponese. Degni di nota anche gli jacquard di seta e lamè ad effetto pitonato. Scarpe dai colori decisi in tinta con la collezione e borse a tracolla con horsebit alternate a clutch in plexiglas.

 

Lucrezia Brunello