Guy Laroche

Vittorio Francesco Orso Ferrari
1 marzo 2017

Guy Laroche approda alla Paris Fashion Week e presenta una collezione autunno-inverno 2017/2018 ispirata a una femminilità decisa, lontana da tendenze unisex e più vicina ai classici archivi della Maison.
Le collezioni Haute Couture del 1971 e del 1972 sono i due punti di partenza da cui il designer ha preso ispirazione per riscoprire un passato sempre presente nel DNA della casa di moda parigina.
Sensualità, lusso e femminilità sono dunque le parole chiave con cui guardare l’intera collezione: lunghi ed eterei abiti diventano lo strumento per esaltare le forme,sottili spalline, gonne con tagli asimmetrici e larghi pantaloni abbinati a body attillati vestono una donna di carattere e sicura di sé.La pelle stessa diventa abito, capace di illuminare tessuti ed esaltare la silhouette, grazie a profondi scolli che non lasciano nulla all’immaginazione. Il corpo si fa dunque protagonista e gli abiti si lasciano possedere, fasciando e disegnandosi perfettamente a contatto con la pelle.
La palette cromatica è ampia ed abbraccia il verde, il blu, il rosa fluo, sconfinando nel nero o nei classici colori primari. Sfarzosi anche i tessuti: cashmere, ricami a mano, inserti in pelliccia di volpe o visone, che riescono a donare un fascino senza tempo, che guarda al passato ma si adatta perfettamente al presente.
Una costante celebrazione del femminile che guarda con ammirazione ad una donna forte della sua sensualità.