H&M

Federica Cristini
27 febbraio 2013


Nel secondo giorno della settimana della moda parigina tutti i riflettori erano puntati su una grande novità: la prima sfilata di H&M. Il colosso del retailing svedese, ha scelto la capitale francese e il magnifico Museo Rodin per il proprio debutto sulla passerella.
In uno spazio appositamente creato nei giardini del museo come un vero e proprio appartamento dall’atmosfera intima ed esclusiva, modelle come Cara Delevingne, Isabeli Fontana e Arizona Muse, sfilano quindi da una stanza e all’altra sotto gli occhi incuriositi di una vera e propria parata di attrici, top model e fashion editor tra cui Ashley Olsen, Chloe Moretz ed Emma Roberts, solo per citarne alcune.
La collezione presentata è un vivace mix di stili che abbina silhouette teatrali a pezzi più decorativi. Parola d’ordine è versatilità: per H&M è importante che i capi possano essere ricombinati per assecondare il gusto personale dei clienti e declinarsi in modi sempre diversi nel guardaroba di milioni di donne. Giacche a coda dalla silhouette corta o dallo stile bohémien, soprabiti dalla linea maschile, giacche, doppio petto in pelle sottolineano lo spirito tomboy di parte della collezione.
Capi delicati invece come l’abito in paillettes che lascia la schiena scoperta o il coprispalle con frange e decorazioni evocano un’eleganza fastosa e rétro. Anche il prossimo inverno la maglia rimane protagonista e non possono mancare i capi con intricati motivi a trecce.
E’ interessante osservare questi capi sapendo che dal 5 Settembre 2013 saranno davvero accessibili a tutti in circa 200 punti vendita in tutto il mondo. Una strada, quella dell’alta moda, su cui il marchio H&M si è già avventurato con successo, inaugurando in questi anni una serie di felici collaborazioni limited edition con grandi designer, da Karl Lagerfeld nel 2004 a Roberto Cavalli, da Versace all’ultima con Maison Martin Margiela. Riuscire a combinare haute couture e low cost sembra essere per il team creativo di H&M un obiettivo raggiunto e questa sfilata è l’ennesimo successo che lo conferma.

Federica Cristini