J. Mendel

Luca Antonio Dondi
18 febbraio 2016

Sofisticata, di classe, femminile e grintosa, la donna firmata J. Mendel per il prossimo autunno-inverno riassume appieno i valori e i canoni che da sempre contraddistinguono la Maison.

Lo stilista, Gilles Mendel, si è ispirato a due grandi donne dell’arte per la sua collezione: la pittrice Art Déco Tamara de Lempicka e la fotografa contemporanea Sheila Metzner. La grinta e i tratti decisi che regnano sovrani nei dipinti della pittrice polacca emergono nei tagli degli abiti, precisi e geometrici, ma anche in quei dettagli romantici e aristocratici come le rouches e i capispalla in velluto. È nelle stampe e nei ricami finissimi di calle e gigli che traspaiono, invece, i cenni alla fotografia di Sheila Metzner: negli abiti midi e maxi con tagli cut-out, nelle bluse in seta e nei cappotti.

Il daywear è ricercato ed elegante, posato ma frizzante quando subentrano il rosso fuoco e il ceruleo. Ma è per la sera che J. Mendel sfodera le armi migliori: morbide pellicce, pizzo chantilly, intarsi, perline e metallici abiti plissettati hanno portato alle stelle il livello di glamour, femminilità e sensualità con il risultato di una collezione esclusiva e di grande appeal.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10