J.W. Anderson

Mirco Andrea Zerini
21 febbraio 2015

Con un esplicito rimando agli anni Ottanta prende il via la sfilata dello stilista inglese J.W. Anderson, che sulle passerelle londinesi ha presentato una donna amante dei colori, delle stampe e di linee oversize riviste in chiave moderna.
Abiti coloratissimi con maniche a tre quarti e vistosa cintura in vita, cappotti in pelle lunghi e dai volumi molto ampi, bluse e camicie con pattern rigati abbinati a gonne in nappa rosso lacca, minidress sensuali con spalle importanti che lasciano scoperto il ginocchio e pantaloni skinny sono solo alcuni dei capi che caratterizzano l’intera collezione.
Dietro ogni uscita c’è uno studio accurato che non conferisce solo un’allure banalmente vintage: le fantasie sono abilmente mixate, i materiali ben accostati, le lavorazioni jacquard si adattano perfettamente alla maglieria in lurex.
Nel complesso la collezione risulta particolare e innovativa, a conferma della bravura di uno degli stilisti più attuale e camaleontico.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10