J.W. Anderson

Francesca Sartore
10 gennaio 2016

Atmosfera al limite del surreale per Jonathan Anderson, un insieme di concetti e figure dal sapore futuristico-contemporaneo, definizioni contrastanti che riassumono la collezione in una sorta di narrazione. Dettagli e materiali che non passano inosservati: le cerniere allungate, le scarpe da boxe e i pantaloni morbidi. Ma stupiscono ancor di piรน le pelliccie di lapin e il simil ermellino scarlatto sui toni del blu, nero e bianco; i capispalla pendant su pantaloni indossati sul petto nudo, come per il cappotto di pelle nera traforata, o quello cammello che lascia scoperte le gambe in modo davvero provocatorio.
Anderson ama stravolgere i capi quotidiani con colori, tessuti e abbinamenti inusuali, mescolando il tutto e dando vita a scenari inaspettati. Protagoniste della collezione le lumache – applicate a rilievo sui capi – vogliono significare pace e tranquillitร , in contrapposizione al mood aggressivo e provocatorio della collezione evidenziato anche dai maxi piercing agli occhielli. Una corsa contro il tempo prima che la moda ti travolga e ti stravolga.