Jason Wu

Luca Antonio Dondi
9 settembre 2016

La collezione primavera-estate 2017 di Jason Wu si potrebbe considerare spoglia, sottotono e fiacca, se non fosse per quei dettagli e accorgimenti ben studiati che immediatamente rendono il tutto brioso e pieno di vita.

Alla base stanno blazer strutturati, abiti off-the-shoulder dai tagli asimmetrici, top minimali, tubini lunghi dalle trasparenze sensuali e long dress in chiffon. Il tutto, però, è condito da una pioggia di fiori tridimensionali dalle tonalità accese, orli fluorescenti, inserti metallizzati e pizzi romantici. Il risultato finale è una collezione pungente in cui l’effervescenza delle piccole cose – qui come nella vita – trasforma in maniera radicale lo spirito altrimenti grigio e spento.

Il designer di origine taiwanese, ma americano d’adozione, conquista, dunque, il suo pubblico con quel minimalismo ricercato tradotto in raffinata eleganza che da sempre contraddistingue le sue collezioni.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10