Jean Paul Gaultier

staff
29 settembre 2012

Chiaro riferimento anni ’80 per questo creativo e originale stilista che anche per la prossima primavera estate gioca, costruendo le uscite in passerella sullo stile dei personaggi che hanno firmato quegli anni elettrizzanti. Madonna, Annie Lennox, Michael Jackson, gli Abba, David Bowie e tanti altri si danno il cambio in passerella rispettivamente descritti da tessuti e forme molto diverse. Un inizio carico e forte all’insegna del nero per smoking con dettagli in raso, abitini super trasparenti e calze a rete, il tutto completato da guanti e giacche “disossate” e trasformate in una primordiale struttura a listini. Si cambia registro per celebrare Boy George e le modelle hanno lunghe treccine e abiti stampati in raso a mo’ di kimono, compare qui il colore con accenni di giallo, lilla e rosso. Dai kimono si passa ai trench e dal raso si passa al jeans di shorts e camicie, fino ad arrivare allo streetwear puro che fa emergere sulla passerella la figura di Micheal Jackson tutta pelle, pantaloni vita bassa e immancabile calzino bianco. Continua il colore con tessuti opalescenti che rendono brillanti le tinte del blu e del rosa in quella che sembra essere una rivisitazione della felpa da baseball. Si va verso la fine con uno splendido jumpsuit aderente riempito di stelle e sui toni dell’arancione per ricordare Bowie e Gaultier prosegue con l’idea della “tuta” anche per le uscite finali, alcune in nero decorate con una foglia argentata, altre super colorate con una fantasia che ricorda le vetrate di una chiesa.

 

Beatrice Repossi